Controvento è intenso e sorprendente”.

Vanja Luksic, del settimale francese L’Express, su Internazionale

“Tra i più interessanti esperimenti letterari di questi anni sulla narrazione di viaggio… Gli imprevedibili viaggi in treno di Federico Pace (La libertà viaggia in treno, Laterza), fitti di illuminanti incontri casuali…”.

Paolo Di Paolo su Repubblica

“Nella raccolta di racconti di Pace le storie si accendono una dopo l’altra, palpitanti e rocambolesche, come lampi che illuminano la notte”.

Emanuele Coen su L’Espresso

“In ogni pagina forte la suggestione de Le città invisibili di Italo Calvino, il breviario del viaggiatore contemporaneo: perché ogni destinazione, prima di essere un luogo, è un sogno, un desiderio, un racconto”.

Claudio Visentin su Azione